Mi presento

SCImare

Mi chiamo Silvia Roncaglia e sono una scrittrice di libri per ragazzi, una mamma di due figli maschi molto grandi e belli, una lettrice appassionata, una viaggiatrice accanita, una coltivatrice di rose, un’amante della musica e un bel po’ di altre cose. Prima ero “Scemo tra le stelle”, un indiano apache armato di arco e frecce. Mi arrampicavo sugli alberi, avevo sempre le ginocchia sbucciate e graffi dappertutto. Insomma ero “un vero maschiaccio”, come diceva mia madre, cioè ero una bambina vivacissima, estroversa, un po’ prepotente, selvaggia e ribelle, mentre adesso…beh, adesso sono ancora così.

Ultime pubblicazioni

       

Appuntamenti

Puoi seguire gli incontri con l’autore e gli appuntamenti di Silvia Roncaglia sulla pagina autore di Facebook 

 

News

SETTEMBRE 2019

Escono in libreria, tra agosto e settembre 2019, tre nuovi libri di Silvia Roncaglia e un suo racconto, inserito in un’antologia Salani. Per i più piccoli, edizioni Lapis propone l’albo illustrato COCCOTRILLO, un divertente omaggio al più famoso coccodrillo di Peter Pan con le splendide illustrazioni di Francesco Fagnani. Dal 26 settembre in libreria.



  

  


Ne “I Classicini” di edizioni EL è uscito il terzo libro della serie di Baum “Ozma, regina di Oz”, di cui Silvia Roncaglia ha già riproposto i primi due: “Il meraviglioso mago di Oz“ (anche in albo per i più piccoli) e “Il fantastico regno di Oz”. Ecco alcune immagini dall’interno e quella della cover distesa:

 

 

 

Per i più grandi, ne “I Vortici” di Piemme, esce il 17 di settembre Il pedalatore di luce un romanzo intenso e appassionante di cui Silvia, nella postfazione dice:

“Questo libro è nato da un’idea del mio compagno scrittore, Sebastiano Ruiz Mignone, e la paternità di alcuni personaggi è sua. Lo ringrazio per la preziosa collaborazione e per aver donato questa storia a me e alla mia anima ebraica e per avermi permesso, dopo tanti anni di scrittura, di trovare finalmente la voce per dire l’indicibile, per parlare dell’Olocausto, per sentire la forza e la passione delle mie radici ebraiche. Dedico questo libro a lui, alla memoria di mia madre Luisa, a mio zio, il giornalista Arrigo Levi, unico dei suoi fratelli e sorelle ancora in vita…”

Il racconto molto autobiografico di Silvia Roncaglia “Due pecorelle nere”, che parla di discriminazione per motivi religiosi, è stato inserito tra 22 storie di autori contemporanei nell’antologia Salani Identici

 







CristinaElleWordPress