News

NOVEMBRE 2019

Il 26 novembre esce il libreria La strega di Liath Loch
http://www.solferinolibri.it/libri/libri-corsari-novembre-2019/

Il libro si inserisce nella collana I CORSARI di Solferino Edizioni all’interno della raccolta “Piccoli romanzi fuori rotta”. Una serie di romanzi inediti dei più famosi autori italiani per ragazzi, ambientati in giro per il mondo in diversi periodi storici ideati esclusivamente per essere allegati al Corriere della Sera. Libri unici per i giovani lettori, storie d’avventura, passioni, coraggio e rivoluzioni, veloci da leggere, coinvolgenti, intense, che spennellano la realtà con pizzichi di mistero, suspense e divertimento.

Il 6 novembre esce sulla Gazzetta di Modena un articolo con intervista a Silvia Roncaglia sul suo libro “Il pedalatore di luce” Piemme.

Si intitola “Il Pedalatore di luce” (Piemme Edizioni) il nuovo libro per ragazzi di Silvia Roncaglia che parla di guerra e di Olocausto ma anche di una bella storia d’amore ambientata a Parigi nel 1942. E’ colpo di fulmine quello che accade tra i protagonisti……(Leggi tutta l’intervista >>>).

SETTEMBRE 2019

Escono in libreria, tra agosto e settembre 2019, tre nuovi libri di Silvia Roncaglia e un suo racconto, inserito in un’antologia Salani. Per i più piccoli, edizioni Lapis propone l’albo illustrato COCCOTRILLO, un divertente omaggio al più famoso coccodrillo di Peter Pan con le splendide illustrazioni di Francesco Fagnani. Dal 26 settembre in libreria.



  

  


Ne “I Classicini” di edizioni EL è uscito il terzo libro della serie di Baum “Ozma, regina di Oz”, di cui Silvia Roncaglia ha già riproposto i primi due: “Il meraviglioso mago di Oz (anche in albo per i più piccoli) e “Il favoloso regno di Oz”. Ecco alcune immagini dall’interno e quella della cover distesa:

 

 

 

Per i più grandi, ne “I Vortici” di Piemme, esce il 17 di settembre Il pedalatore di luce un romanzo intenso e appassionante di cui Silvia, nella postfazione dice:

“Questo libro è nato da un’idea del mio compagno scrittore, Sebastiano Ruiz Mignone, e la paternità di alcuni personaggi è sua. Lo ringrazio per la preziosa collaborazione e per aver donato questa storia a me e alla mia anima ebraica e per avermi permesso, dopo tanti anni di scrittura, di trovare finalmente la voce per dire l’indicibile, per parlare dell’Olocausto, per sentire la forza e la passione delle mie radici ebraiche. Dedico questo libro a lui, alla memoria di mia madre Luisa, a mio zio, il giornalista Arrigo Levi, unico dei suoi fratelli e sorelle ancora in vita…”

Il racconto molto autobiografico di Silvia Roncaglia “Due pecorelle nere”, che parla di discriminazione per motivi religiosi, è stato inserito tra 22 storie di autori contemporanei nell’antologia Salani Identici

 







CristinaElleWordPress